Morto l’ideatore di Lucca Comics, Rinaldo Traini

In una nota del sito della manifestazione toscana si apprende che il 3 giugno scorso è venuto a mancare, a Roma, Rinaldo Traini, ideatore del Salone dei Comics, editore e a lungo direttore della manifestazione.

Il presidente di Lucca Crea Mario Pardini e il direttore generale Emanuele Vietina, insieme a tutto lo staff della società e di tutti il network di collaboratori del festival, esprimono alla famiglia il loro più sentito cordoglio.

“Un maestro e un esempio di visione olistica prima culturale e poi festivaliera – questa la sentita e commossa riflessione di tutto il gruppo di lavoro Lucca Comics & Games – Traini ha portato nel mondo dell’editoria a fumetti un contributo fondamentale per l’evoluzione nell’analisi critica del linguaggio e valore innegabile nella considerazione e centralità della dimensione autoriale. La lezione di Rinaldo Traini è viva e ancora oggi guida il team organizzativo e quello editoriale della nostra manifestazione, che si è evoluta grazie alla guida di Renato Genovese prima e dell’attuale management adesso.”

Fu nel 1966 che Rinaldo Traini, unitamente al prof. Romano Calisi, dopo un incontro con l’allora sindaco di Lucca, Giovanni Martinelli, prese la decisione di fare della nostra città la sede permanente del festival destinato al fumetto. Traini ne fu a lungo il direttore e vera anima della manifestazione, che sotto alla sua guida divenne un evento di rilevanza internazionale e pose le basi dell’attuale grande sviluppo di Lucca Comics & Games.

Nel 1994, di comune accordo, le strade di Traini e di Lucca si divisero, ma Rinaldo rimase comunque sempre attaccatissimo alla nostra città che tornò a visitare più volte in occasione di varie edizioni della attuale manifestazione.

Nel 2016, per il cinquantesimo anniversario del connubio tra Lucca e il fumetto, Traini conferì al Comune tutto il patrimonio culturale e di immagine del vecchio Salone dei Comics, compreso lo Yellow Kid, per anni simbolo e mascotte dell’evento. A sua volta l’amministrazione comunale gli assegnò la medaglia d’onore della città.

Grande studioso di comunicazione ed esperto di cartooning, oltre ad avere pubblicato centinaia di articoli e organizzato decine di mostre, di recente aveva realizzato una filmografia completa dedicata a Walt Disney.

Lo scorso aprile, la giuria di Cartoons on the Bay, prestigiosa rassegna di Torino dedicata al settore, gli aveva assegnato un premio speciale per il suo contributo alla diffusione dei comics e del cartooning.

Per una singolare coincidenza la sua scomparsa è avvenuta proprio nel giorno in cui è stata annunciata la sede dell’Expo del fumetto alla ex Manifattura Tabacchi cittadina, un’istituzione a cui Traini teneva tantissimo e che ultimamente era stata oggetto di incontri tra lui e i responsabili di Lucca Crea.

Non vi vedo tesi per Lucca 2018… /2

 

La nuova edizione di Lucca Comics and Games è alle porte, il tema di quest’anno è il «Made in Italy». In effetti gli autori italiani sono sempre di più, sempre più capaci di portare prodotti di successo fuori dai confini, il mercato è in espansione, molte le case editrici, sempre maggiore la consapevolezza dei giocatori. Trovata sui forum, vi riposto qui una comoda lista della spesa (o almeno dei desiderata) per l’ambito giocoruolesco. Tante le novità, per tutti i gusti e tutte le tasche e dove trovarli in fiera!

 

LA TERRA DEI GIOCHI (CAR139)
Shidee 9,90€

DUNGEONEER GAMES (CAR139)
Dungeons (Il Gioco Fantasy Old School in Solitario) 25€
Aeldor Boxed Set, Strange Magi 25€
I Dungeon di Aeldor, Strange Magi 6€
The Shadow of Xanathul, colonne sonore in cassetta per Strange Magic.

DREAMLORD PRESS (CAR123)
Dredsen Files
Dunqora le cronache delle guerre eterne 25€
Witch la strada per Lindisfarne

NARRATTIVA (CAR129)
Il silenzio dei minotauri
Urban Shadows
La mia vita col padrone seconda edizione

SERPENTARIUM (CAR119)
Ultima torcia, set del Master 34,95€
La furia di Azathoth, Alba di Cthulhu 32,95€
Regno delle ombre, Sine Requie anno 13 34,95€
I reami dei due soli, Ultima torcia 29,95€

ISOLA DI ILLYON EDIZIONI (CAR127)
City of Mist 54,90€

MINIG4M3S STUDIO (CAR432b)
Drizzit GDR, accipippola edition 
Drizzit – La guida di Prugnino alle bestie di Gulfingar

WYRD EDIZIONI (CAR226)
Trudvang Cronicles
Coriolis guida introduttiva
Gods of the fall Cyper System
La tomba della desolazione, Shadow of the demon lord

ALEPHTAR GAMES 
Crociata Ninja

THE WORLD ANVIL (CAR141)
Endelstrom, ambientazione per Monad System 19,90€

NEED GAMES! (CAR219)
The Witcher rpg 49,90€
Nazioni di Thea vol1, SevenSea 39,90€
Avventure Nelle Terre Selvagge, Avventure nella Terra di Mezzo
Journey To Ragnarok
Journey to Ragnarok, Deluxe Edition 
Journey to Ragnarok, Schermo del Master

TIN HAT GAMES (CAR559)
Dossier: Militari e Ribelli, Urban Heroes 35€

THE EVIL COMPANY (CAR111)
The Silence of Hollowind

ELEVEN ACES (CAR559)
Heavy Sugar 
Progenie del tormento, Nameless Land

MINOS GAMES (CAR531)
Rockopolis

ACCHIAPPASOGNI (CAR413)
Augusta Universalis 
I misteri di Nibiru, Le notti di Nibiru

RAVEN DISTRIBUTION (CAR440)
Codex Gigas, Memento Mori
Lupo Solitario, Il Bestiario del Magnamund 39,90€
Il Richiamo di Cthulhu, Il Serpente a due Teste 44,95€

KAIZOKU PRESS 
I coboldi mangiano i bambini

GGSTUDIO (CAR541)
Monster Codex, Symbaroum 39,90€
Stirpi reiette, Cabal 29,90€
La magia della Baldera, Kata Kumbas 19,90€
Da Gaza con amore, Interface Zero 19,90€

FUMBLE 
Klothos
Gattai

Non vi vedo tesi per Lucca… /1

Scusate tutti voi pochi, voi assolutamente pochi lettori se mi sono defilato. I blog sono come i piatti da lavare. Stanno lì, ti guardano e non sempre riesci a star dietro al ritmo con cui si accumulano le cose da fare. Farò meglio. Andiamo al dunque. Lucca Comics è sempre più vicina!

Lucca Comics and Games è insieme al Modena Play uno degli eventi più importanti del panorama ludico italiano, ma il fatto che sia una manifestazione “spuria” rende l’appuntamento toscano più frequentato, più grande e certamente più internazionale. L’anno scorso il tema erano gli “Eroi”, una intuizione davvero molto bella devo dire, ma quest’anno al centro della kermesse ci sarà il “Made in Italy” che è qualcosa di altrettanto azzeccato e interessante. Il mondo del “gioco intelligente” (boardgames, rolegames, cardgames) è oggettivamente in stato di grazia in questo momento, inserito sempre di più nei media mainstream e sempre più nella cultura popolare, esce dagli angusti sottoscala in cui è stato relegato per anni e la subcultura che ha emanato non è più solo composta da “nerd sfigati”. Di più, non si è più considerati sfigati a giocare, e nel frattempo l’industria (perché anche di questo si parla) è cresciuta e anche di molto. Oggi si stima che sia un fatturato complessivo (dove davvero mettiamo tutto e tutta la filiera) attorno ai 100 milioni di euro. Muove soldi, muove persone, muove associazioni. Un segmento ad alta capacità di spesa con un livello di studio medio-alto. Un settore che ha moltissimi game designer, alcuni ormai di livello internazionale, non siamo la Germania, ma chi può dire come crescerà in futuro la comunità italiana? Dunque celebrare il “made in Italy” è celebrare una comunità di case editrici e giocatori che comincia ad avere coscienza di se stessa, e anche orgoglio. E questo non può che essere una buona notizia…