Quanto è grande il business del “gioco intelligente”?

In Italia è un argomento poco trattato eppure è interessante, perché dà la cifra dello stato di salute di un settore. Una stima recente parlava di circa 100 milioni annui per quanto riguarda il giro d’affari dove la parte del leone la fanno – ovviamente – i giochi da tavolo. Nulla a che vedere con il mercato tedesco dove singoli giochi possono arrivare a vendere anche mezzo milione di copie. In questo senso un posto di Luca Bonora – che fa parte della giuria del premio Gioco dell’Anno di Lucca – dice un qualcosa di molto interessante sul tema:

[…] nonostante l’impegno di Lucca Comics & Games e della giuria del premio nella sua promozione e diffusione, siamo ancora molto lontani dai numeri della Germania. E’ un problema culturale: da noi il gioco da tavolo è nerd, da loro è pop. Di conseguenza se vinci il Gioco dell’Anno lo sanno solo gli appassionati (migliaia) e gli addetti ai lavori (centinaia): il grande pubblico no. Siamo ancora una nicchia, che cresce anno dopo anno, ma una nicchia. Il nostro brand è ancora lontano dai supermercati, dagli Autogrill, dai negozi generalisti, dove troviamo Lego, Hasbro, Mattel. In Germania no: è una battaglia alla pari.

E allora, allarghiamo la base. Accorciamo le distanze. Troviamo giochi da tavolo che possano avvicinare chi non gioca – giovani, adulti, anziani (perché no? in tutti i bar di tutti i paesi d’Italia i pensionati giocano a carte).

Ma oltre oceano come va? Naturalmente molto meglio, innanzi tutto perché è un mercato omogeneo, giovane e dove il tabletop game è sempre più sdoganato. Secondo un recente articolo ICv2 il mercato Usa-Canada ha raggiunto la ragguardevole dimensione di 1.55 miliardi di dollari di fatturato nel 2017 con una crescita dell’8% rispetto al 2016 con una distribuzione interessante:

Collectible Games, the largest category, shrank 3%, from $750 million in 2016 to $725 million in 2017.

Hobby Board Games, the second largest category, grew 13% from $305 million in 2016 to $345 million in 2017, another big jump for a hot category.

Non-Collectible Miniatures had the fastest growth rate at 32%, up from $205 million in 2016 to $270 million in 2017.

Hobby Card and Dice Games grew 15%, from $130 million in 2016 to $150 million in 2017.

And Roleplaying Games, the smallest category, was up 22% from $45 million in 2016 to $55 million in 2017.

Numeri comparabili con l’Europa nel suo complesso? Non saprei, se avete dati sui maggiori paesi (UK, Francia, Spagna, Polonia, Germania) fate un fischio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *